Philipp Plein: il genio tra determinazione e follia

Un’opulenza volutamente eccessiva mista ad una buona dose di irriverenza, lo stile di vita Philipp Plein firma un lusso dall’istinto ribelle e conquista il mercato con la sua cifra stilistica totalmente unconventionalLa chiave del successo? La determinazione di un self made man consapevole di voler fare rumore.
philipp plein a bordo del monster truck mercedes benz

Paulo Coelho una volta scrisse: “Non ti arrendere mai. Di solito è l’ultima chiave del mazzo quella che apre la porta”. Eppure quante volte ci siamo ritrovati a riflettere davanti ad un ostacolo pensando anche solo per un momento di non essere abbastanza capaci di poter trovare una soluzione che potesse aggirare quel dannato problema all’apparenza tanto insormontabile?

Ci hanno insegnato che nella vita genio e talento non sono le uniche variabili necessarie al raggiungimento degli obiettivi prefissati: intuizione e perseveranza sono due facce della stessa medaglia.

Lo sa bene lo stilista Philipp Plein che della determinazione ha saputo fare la chiave del suo successo.

 

«Ho successo perché non temo il giudizio degli altri.»

Philipp Plein


Una risolutezza facilmente interpretabile come arroganza, eppure il desiderio di poter vantare il proprio nome annoverato tra i top del jet set modaiolo era per Plain troppo forte e difficilmente avrebbe potuto ignorare quella voce dentro di lui che lo invitava ad osare. 

Un’opulenza volutamente eccessiva mista ad una buona dose di irriverenza, ecco che lo stile Philipp Plein inizia a prendere forma con teschi tempestati di Swarowsky a testimonianza di un’esistenza da sempre devota a quella trasgressione d’ispirazione glam mentre il codice identificativo di questa nuova tendenza si impone sempre più come un esibizionismo libero da ogni schema. Ecco che nasce lo stile di vita firmato Philipp Plein.

modella nel backstage della sfilata di Philipp Plein alla New York Fashion Weekmodello alla sfilata di Philipp Plein alla New York Fashion Week

Pensare che la moda era uno di quei settori ai quali il giovane interior designer si era sempre approcciato con superficialità, eppure furono proprio quell’intuizione e quella prontezza nel cogliere l’opportunità della vita a scattare nel suo io più profondo, da sempre consapevole di poter dare tanto alla creatività.

È così che Plein inizia a studiare le dinamiche del gioco con gli occhi di un outsider orientato solamente al successo e capisce ben presto che quella sua sensazione andava ascoltata. Le risposte dal mercato non tardano ad arrivare mentre un semplice presentimento acquisiva sempre più la forma di un impero in inarrestabile crescita.

Lo stile Philipp Plein è ormai tendenza e tutti, in un modo o nell’altro, devono prenderne parte ma se il pubblico sembra sposare a pieno questa filosofia totalmente unconventional, il mondo della moda inizia a mettere i primi paletti. Niente da fare. La moda non osi ostacolare quello che il genio ha creato!

philipp plein veste un modello prima di una sfilata

Philipp plasma il brand a sua immagine e somiglianza, si apre al mondo e lo rende partecipe degli eventi della sua vita mentre i suoi followers iniziano a sentirsi sempre più parte integrante di un’èlite. Le collezioni Philipp Plein diventano il manifesto di un lusso fuori le righe ispirato allo stile di vita di un self made man tanto determinato quanto ribelle, pronto a rivoluzionare un sistema per lui ormai obsoleto. Le porte di eventi e sfilate si aprono ai fan del brand e si riscoprono un momento fondamentale durante il quale comunicare al mondo l’essenza di una libertà dalla cifra stilistica facilmente identificabile. 

 

«Avrò sempre dei sogni da realizzare e nuovi traguardi da perseguire. Sono fatto così.»

Philipp Plein


Non è ancora abbastanza. Nonostante gli innumerevoli risultati raggiunti, Philipp Plein ha ancora tanto da dimostrare e l’impegno continuo nella ricerca di nuove tendenze ne è la migliore testimonianza. Occorre essere curiosi per avere successo, forse un po’ folli e liberi da ogni schema ma certamente coraggiosi e disposti ad abbandonarsi alla stravaganza di una creatività totalmente indisciplinata. Solo così riusciremo ad avere successo, fermandoci sempre un passo prima del baratro ma capendo quando è il momento di osare.

cucitura su jeans philipp pleinabito donna philipp plein

PHILIPP PLEIN FUN FACTS – #SAPEVICHE

 

Sapevi che prima di intraprendere il suo percorso nel fashion system, Philipp Plein lavorava nell’interior design realizzando creazioni di arredamenti in pelle di coccodrillo e acciaio? Fu un giorno, durante una presentazione in una fiera di arredamento, che Philipp notò dei parka utilizzati come complementi di accompagnamento alla composizione da lui creata acquistati in un mercatino con sopra un teschio di Swarovsky. Arrivarono più richieste per quel capospalla che per l’armadio e lì gli fu subito chiara la strada da seguire.

philipp plein designer

Sapevi che, per garantire al suo pubblico la possibilità di vivere un’esperienza indimenticabile (certamente da testimoniare con uno scatto via social), durante l’organizzazione di un suo show Philipp Plein è arrivato ad investire più di 3 milioni di euro?

sfilata philipp plein con modelle e robot

Sapevi che, per smentire le indiscrezioni su una eventuale cessione del controllo di maggioranza della sua società, Philipp Plein ha sfacciatamente affermato tramite social: “Settecento milioni di euro non sono abbastanza. Per questa cifra non mi siedo nemmeno al tavolo a discutere”?