Paris Fashion Week Men’s: passerelle e nuove tendenze dalla Ville Lumiere

Con la mente già proiettata ai futuri giorni d’Haute Couture parigina e nel cuore le emozioni di una Milano da ricordare, il mondo della moda si gode gli ultimi momenti di una Fashion Week all’insegna del buon gusto francese. Un calendario ricco di eventi e piccole sensazioni da immortalare e condividere. A fare da sfondo? La città più romantica al mondo

 

“Quand il me prend dans ses bras.

Il me parle tout bas.

Je vois la vie en rose”.

Édith Piaf, La vie en rose (1945)

È esattamente questo ciò che fa Parigi, ti accoglie tra le sue braccia e nel buio della notte, alla luce soffusa di un lampione, ti sussurra all’orecchio il segreto di una bellezza eterna.

Boulevard Haussmann con la Galeries Lafayette, Rue Saint-Honoré, il Palais-Royal e l’esclusività del triangolo d’oro nell’VIII arrondissement in cui Avenue Montaigne incontra le gemelle Avenue George V e Avenue des Champs-Elysées. Parigi è un intreccio perfetto di eleganza e romanticismo ed è su questo sfondo che continuano ad andare in scena le passerelle di una Paris Fashion Week ricca di eventi e novità da non perdere per un Autunno-Inverno 2019/2020 ricco di glam.

 

Ben 55 gli appuntamenti tra sfilate esclusive ed eventi di ogni genere. Ad aprire le danze nella giornata di martedì 15 Gennaio Heron Preston. Attesissimi mercoledì 16 Gennaio i debutti di J.W. Anderson e Raf Simons dalle passerelle di Londra e New York, intervallati dalla meraviglia di un’indiscussa eleganza firmata Valentino. Issey Miyake Men e un Louis Vuitton marchiato Virgil Abloh al centro dell’attenzione giovedì 17 Gennaio mentre la giornata di oggi è firmata Jil Sander, new entry parigina dopo l’abbandono meneghino, Berluti con il suo nuovo direttore creativo Kris Van Assche e Balmain Homme.

Cosa aspettarci ancora? Nell’attesa di scoprire ultimi trend e iconici look streetstyle ai quali ispirarci, continua a crescere la trepidazione per quello che si prospetta un finale esplosivo con le passerelle firmate Dior Homme, Hermès, Kenzo e la chiusura con la prima esibizione di Hedi Slimane per l’uomo Celine.

Una settimana della moda all’insegna dei grandi debutti con un occhio sempre rivolto ai giovani. Riflettori puntati su una scena capace di affiancare nuovi talenti e maison affermate con nuove tendenze e piccole accortezze da tenere bene a mente per un nuovo A/I ancora una volta devoto a quella originalità curata al dettaglio tipica di uno streetwear in versione lusso.