Calcio e stile: quando la partita si gioca fuori dal campo

“Se stessi con un vestito bianco a un matrimonio e arrivasse un pallone infangato, lo stopperei di petto senza pensarci.”

Diego Armando Maradona

 

Crescendo in Italia, rimanere indifferenti al gioco del calcio è essenzialmente impossibile. L’oratorio, il campetto, la scuola calcio, le piazze ed i parchetti di ogni città: ci sono comuni con scarso accesso ai servizi pubblici, ma non ne esiste neanche uno senza un campo di calcio. Bastano un pallone, due pali ed una traversa e chiunque si sente pronto a scendere in campo, imitando le falcate ed i dribbling dei fuoriclasse di ieri ed oggi.

L’odore di erba fresca, il cuoio del pallone: negli anni sono cambiate molte cose, ma le sensazioni primordiali rimangono costanti.


Guardando una qualsiasi partita di calcio, più della metà dei giocatori in campo ha tatuaggi evidenti e tagli di capelli che sembrano usciti da un manga giapponese. Parlare di stile potrebbe sembrare azzardato, but there’s beauty everywhere quindi occorrerà un occhio più attento per scovare quei campioni che fuori dal campo sanno esprimersi con vestiti ed accessori fascinosi.

 

Sergio Ramos (Spagna, Real Madrid)

Sergio Ramos è il prototipo del calciatore atletico ed affascinante che, giunto ad uno stadio più maturo della sua carriera, decide di concedersi ai piaceri sartoriali della vita. Avviene spesso (si potrebbero citare anche Claudio Marchisio, Andrea Pirlo, etc.) che il made-to-measure diventi il vezzo di questi campioni: è allora che gli spogliatoi si riempiono di abiti a due o tre pezzi, cravatte in fantasia e pochette geometriche. Non che questo sia un male, anzi tutt’altro: uno stile più adulto dentro e fuori dal campo è di esempio per le generazioni più giovani e sicuramente complimenta lo charme del difensore spagnolo.

Outfit elegante Sergio Ramos

Look più signorili e savoir faire, Sergio Ramos è un fuoriclasse anche nella vita di tutti i giorni.


SHOP THE LOOK

Per un look alla Sergio Ramos – quando non indossa abiti di sartoria – l’ispirazione è quantomai casual e disinvolta. Maglia distressed in lana, Daniele Alessandrini; jeans skinny, Dsquared2; sciarpa sportiva vintage, Colmar.

Neymar da Silva Santos Júnior (Brasile, Paris Saint-Germain)

Odi et amo. Non esistono vie di mezzo per il fuoriclasse brasiliano dal talento impetuoso. Scomodare Catullo in effetti potrebbe essere eccessivo, ma l’impatto che il capitano della squadra giallo-verde ha dentro e fuori dal campo non lascia indifferenti. Il gioco di gambe è magnetico, il controllo della palla sbalordisce; d’altro canto, le pantomime che lo vedono coinvolto durante i minuti di gioco, le simulazioni ed i falli inesistenti lo rendono un giocatore antipatico, spesso fischiato dal pubblico. Se amore ed odio sono due facce della stessa medaglia, il palmarès di Neymar ha coppe e medaglie a profusione.

Outfit Neymar

Neymar Jr è considerato un campione anche dell’overbranding: hype e loghi in abbondanza.


SHOP THE LOOK

Abbinamenti cromatici forti e giochi di contrasti: Neymar stupisce sempre, scegliendo outfit ricercati. Cappotto a quadri, Tombolini; maglione in lana bordeaux, Moncler; denim blu indaco, Dsquared2.

Héctor Bellerín Moruno (Spagna, Arsenal)

Il difensore spagnolo è unanimemente considerato uno dei giocatori più stilosi dell’attuale panorama calcistico. Non nel senso più canonico del temine, sia chiaro; d’altra parte, come già discusso nelle pagine di The Style Journal, i canoni dello stile sono cambiati negli ultimi dieci anni e lo streetwear la fa da padrone. Héctor studia outfit non immediati con apparente nonchalance, coordinando colori e tessuti – ma ancora più da fashion nerd quale è – abbinando anche brand ed designer che indossa secondo determinate logiche. Imprendibile in campo, questo giocatore sembra essere altrettanto imprevedibile anche nel suo stile: bravò!

Streetwear at its finest! Hector sa come lasciare il segno.


SHOP THE LOOK

Da vera street icon londinese, un look capace di attirare gli sguardi a sé, senza fastidiosi overbranding o colori eccessivamente pop. Cappotto nero in teddy fleece, Dsquared2; felpa in neoprene con fantasia pied de poule, Ermenegildo Zegna; pantaloni in tuta con zip, Diesel.